Storia e presentazione


La Comunità di San Girolamo è nata nel 1999 su richiesta da parte della Azienda Sanitaria Locale di presa in carico di utenti “ex manicomiali” allora ospitati presso un reparto ospedaliero riadattato a “residenza”.

La Comunità San Girolamo è oggi gestita, insieme alla Comunità San Claudio di Corridonia, dalla Cooperativa Solaria di Civitanova Marche, che ha dato origine alla prima casa protetta per ex pazienti manicomiali, con il desiderio di “ridare sole” a coloro che per molti anni avevano vissuto al buio.

Il servizio è oggi erogato in convenzione unica con il Dipartimento di Salute Mentale dell’Asur Marche Zona Territoriale 11 Fermo.

La nostra visione

Capodarco disabilità

(foto Daniele Maurizi)

Il nostro obiettivo è accogliere persone affette da patologia psichiatrica cronica, offrendo loro un luogo e delle modalità di vita che stimolino le loro abilità residue.

La cooperativa Solaria, cui la Comunità San Girolamo fa riferimento, assume come mission il compito di mettere la persona al centro della propria vita, persona intesa nell’interezza delle sue caratteristiche individuali psico-fisiche e spirituali.

La Comunità si presenta come una famiglia professionale capace di accogliere le persone nella integralità e varietà delle loro individualità, un luogo dove, come in una casa, si è attenti alle necessità e ai desideri di ognuno, con lo scopo esclusivo di giungere al benessere delle persone accolte.